elite small 2018 HS ds
Blog Nuovamacut

Mouse 3D per migliorare ergonomia e performance in fase progettuale


3D connexion_nuovamacut_2

Se trascorri diverse ore davanti il computer, saprai bene le conseguenze che ne possono derivare per la salute.

Ma si sa, il lavoro dei progettisti prevede anche questo per cui non ti resta che ricorrere a metodi che consentano di limitare il sorgere di problematiche piuttosto fastidiose come mal di schiena o patologie da sovraccarico della mano.

Il mouse 3D può rappresentare un'ottima soluzione per migliorare l’ergonomia per utenti workstation CAD. A confermarlo lo studio "Ergonomic Evaluation of 3D Mice", condotto dal Fraunhofer Institute for Industrial Engineering, che evidenzia come l'utilizzo di questo dispositivo sia anche in grado di ottimizzare la tua performance in fase progettuale.

Ma vediamo nel dettaglio quanto emerso da quest’indagine, frutto di un test di laboratorio e di una prova sul campo su attività eseguite in CAD con mouse 3D o tradizionale.

Lo studio

Oggetto dell’indagine è stato il modello 3Dconnexion SpaceMouse, un dispositivo preciso, ergonomico e user-friendly progettato per rendere più efficiente e comodo il tuo lavoro in workstation CAD, CAE e CAM.

Secondo quanto riportato, il mouse in questione ha permesso di raggiungere ottimi risultati in termini di user experience relativamente a criteri fondamentali come salute, produttività, usabilità e livello di esperienza dell’utente.

In base al metodo di scala "System Usability Scale" (SUS), che va da 0 a 100, lo SpaceMouse ha, infatti, ricevuto un punteggio di 86 in termini di usabilità,   rispetto al mouse tradizionale che ha riportato un punteggio SUS di 62.

La differenza è che con un mouse tradizionale puoi svolgere la tua attività con una sola mano, mentre la soluzione 3Dconnexion ti consente di usare due mouse contemporaneamente: il mouse 3D per scorrere, zoomare o ruotare un modello e il mouse standard per apportare modifiche.

I benefici per la salute

3D connexion_nuovamacut

 

Tra i benefici riscontrati, risulta il miglioramento della postura degli utenti che, posizionando le braccia entrambe sulla scrivania, l’una parallela all’altra, assumono quasi "involontariamente" una posizione da seduti più eretta e quindi migliore per la salute.

Inoltre, secondo lo studio, il mouse 3D contribuisce a una riduzione dei movimenti della mano del 29% limitando, come sottolinea lo stesso, i “movimenti delle dita da un livello ‘pericoloso’ (oltre 1.500 movimenti all'ora) ad un livello accettabile".

I mouse 3D aumentano la produttività

Un altro dato interessante riguarda un incremento della produttività progettuale del 28%: da 96 a 68 minuti, il tempo richiesto, secondo il test di laboratorio, per svolgere un'operazione casuale impiegando il mouse 3D

 

New call-to-action


Postato da Luca Senesi

Sales Manager
3Dconnexion