elite small 2018 HS ds
BLOG PAGINA SITO

Il progetto innovativo della Longato Riccardo Srls: un banco prova per ingranaggi in plastica


Quando si parla di calcoli sugli ingranaggi in materiale metallico, chi è del settore sa bene che esistono normative ben definite. Quello che manca è una normativa specifica di calcolo per gli ingranaggi in materiale polimerico.

Da qui, l'idea di un nostro cliente Riccardo Longato, fondatore della Longato Riccardo Srls, di realizzare un banco prova: un progetto pensato per le aziende che vogliono poter scegliere la migliore opzione in termini di materiale e capire quanto questo possa resistere in determinate condizioni. 

banco prova ingranaggi in plastica SolidWorks-min

Da sinistra verso destra: Ing. Marco Salvador, Dott. Riccardo Longato, Ing. Ruggero Baesso, Ing. Andrea Dengo della Step Lab, azienda che ha seguito con Longato il progetto e la sua realizzazione.

 

Frutto di 25 anni di esperienza del suo fondatore, nel settore degli ingranaggi e della meccanica, il banco prova della Longato Riccardo Srls è multifunzionale grazie alla possibilità di testare gli ingranaggi, indipendentemente dalla forma costruttiva, dalla geometria e dal materiale con il quale vengono realizzati.

L'utilizzo di una cella climatica consente, inoltre, di testare le curve di fatica di tali ingranaggi con temperature che vanno da meno 10 a più 150 gradi centigradi.

Un banco prova "multifunzionale"

Ed è proprio il dott. Longato, membro del Comitato Italiano UNI e del Comitato ISO per il calcolo degli ingranaggi, che ci ha parlato del progetto: "Ho analizzato le tipologie e le prestazioni degli ingranaggi che attualmente vengono utilizzati dal mercato: questo è stato il punto di partenza per determinare le caratteristiche del banco prova. Nell'ottica di un futuro aumento delle prestazioni degli ingranaggi stessi, mi sono concentrato sulla possibilità di utilizzare anche una coppia di test elevata.".

Una volta definite le specifiche tecniche, è stato determinato e poi progettato con SolidWorks come doveva poi essere il banco prova: "Abbiamo utilizzato SolidWorks per fare la modellazione CAD e poi abbiamo svolto l'analisi FEM delle strutture per calcolare ed ottimizzare le frequenze di vibrazione degli assi motore e freno" ci ha spiegato Longato che prosegue "Il progetto è stato realizzato in due mesi. SolidWorks mi piace perché è molto intuitivo, ha una facilità e una flessibilità nella gestione degli assiemi che è veramente fantastica e anche la modellazione 3D è molto rapida".

Per approfondire il progetto del banco prova, guarda il video dell'intervista di Riccardo Longato a Business24, in onda su Sky.

Richiedi un contatto commerciale

 


Postato da Dalila Tortorici

Digital Content Editor
Nuovamacut Automazione Spa

Cercami su: