ds Elite Club 2016 small
Blog Nuovamacut

Progettazione in 3D veloce ed efficiente: il caso di successo di DVO SPA

DVO S.P.A. nasce nel 1990. Già dal 1993 al mercato sono evidenti gli elementi tipici di un rapido e solido sviluppo. La penetrazione commerciale aumenta progressivamente fino a superare i 100 Paesi, i 1.071 clienti nel mondo, moltiplicando più volte il proprio fatturato con un accurato bilanciamento fra mercato nazionale ed estero.

Continua a leggere
Il caso di successo di FreTor: favorire la gestione di progetti complessi con SOLIDWORKS PDM

Durante la sessione demo di Nuovamacut Live 2017, Yuri De Col, Direttore generale dell’azienda bellunese FreTor, ha illustrato le esigenze organizzative e produttive che hanno portato all’adozione di una nuova piattaforma per la gestione e la condivisione dei dati di progetto tra diversi team di lavoro.

Continua a leggere
Smart Manufacturing attraverso la gestione integrata dei processi: Gruppo Balzarin

Il Gruppo Balzarin si occupa di progettazione, costruzione e lavorazione di stampi per lamiera. Il gruppo è costituito da due aziende che lavorano in sinergia: la Balzarin Silverio, con sede a Verona e la Eurobea KFT con sede in Ungheria.

Continua a leggere
Fagioli Spa: bit ad alta energia nell'industria pesante

L’informatica e la tecnologia sono sempre più al centro di processi e sistemi in ogni tipo di azienda, in tutti i settori. L’importanza del software è forse ancora più evidente quando si tratta di sollevare o movimentare carichi di “hardware” davvero impressionanti per dimensioni o stazza. Se n’è parlato al Nuovamacut Live 2017, l’evento clou nel settore CAD, PDM e PLM.  

Continua a leggere
Case Study SolidWorks Simulation | Casarini Robotica

Casarini Robotica è una realtà consolidata nel mondo della robotica industriale, divenuta distributore Hyundai per l’Italia dei robot industriali dalla stessa prodotta, per rispondere con soluzioni adeguate alle numerose sfide del mercato ed opera attivamente nei mercati brasiliano, russo e cinese.

Continua a leggere
Mobilità e tecnologia made in Italy: il pranzo è servito, grazie ad Alstom

"Il pranzo è servito" non è solo il nome di un quiz televisivo anni '80. Si tratta infatti del pranzo del futuro in treno secondo Alstom.

Il tavolino touch

Altro che menù cartacei da sfogliare e tavolini a quattro posti, tra i sedili ci sarà un grande schermo "touch", un enorme tablet sul quale ordinare panini scegliendo l'imbottitura. E non solo, sarà possibile prenotare la navetta se si va in aeroporto, vedere i monumenti della città che si sta attraversando, ascoltare senza cuffie musica che il dirimpettaio non sente (di fatto uscirà dal poggiatesta poggiando la nuca, restando lì). Insomma, "il futuro del viaggio in treno" secondo Henri Poupart- Lafarge, presidente del gruppo francese Alstom, all'uscita della fiera InnoTrans di Berlino. 

Continua a leggere