ds Elite Club 2016 small
Blog Nuovamacut

Realtà virtuale e Serious game: metologie per l'apprendimento in azienda


Risultati immagini per realtà virtuale e serious game

L’attrice hollywoodiana Natalie Portman ha recentemente rilasciato una dichiarazione che diceva così: “I don’t like studying, I like learning”. Se l’affermazione può, a prima vista, sembrare diseducativa, porta invece in sé caratteristiche, virtù e limiti di quel che sono studio e apprendimento. Il limite supremo è quello di vedere i due concetti sempre e strettamente legati l’uno all’altro: in modo un po’ superficiale, forse, si pensa spesso che non ci sia apprendimento laddove non ci sia studio. Se spesso questo è vero, soprattutto perché alcune competenze possono essere acquisite solo a fronte di un’analisi precisa e profonda di concetti, tesi e teorie, bisogna però tenere in considerazione che tante altre, invece, le cosiddette soft skills, vengono interiorizzate e allenate grazie alla ‘prova sul campo’, al mettersi in gioco direttamente e in prima persona, vengono, cioè sviluppate con l’esperienza.

Avete mai sentito parlare di Serious Game?

E’ in questo scenario che entrano, autorevolmente, i Serious Game. Simulazioni virtuali interattive con l’aspetto di un vero e proprio gioco, ma con finalità serie, i Serious Game ripropongono situazioni reali, diversamente difficilmente riproducibili, permettendo così all’utente (o giocatore) di agire all’interno di un ambiente, molto simile a quello che si trova a vivere normalmente, o di uno scenario fittizio che serve da ‘palestra’ per l’apprendimento, volutamente decontestualizzato. Da interventi chirurgici di emergenza fino ad arrivare a calamità naturali, ma anche situazioni legate alle necessità quotidiane di persone affette da varie tipologie di disabilità, come anche situazioni lavorative o rapporti interpersonali, sono tanti gli esempi di scenario riprodotti dai Serious Game. Le informazioni e le sensazioni vissute dall’utente, rimanendo fortemente impresse, gli permettono di affinare percezione, attenzione e memoria favorendo la comprensione del contesto e modifiche comportamentali attraverso il cosiddetto learning by doing.

E in campo aziendale?

I Serious Game possono essere utilizzati anche per comprendere e costruire la cultura aziendale, alimentandone i valori e creando competenze trasversali. Siamo davanti a un training formativo coinvolgente e versatile.

serious game_sales manager

Esistono infatti simulazioni virtuali che possono essere utilizzate in fase di assessment del training formativo, per valutare il livello di competenze iniziali da cui partire; ne esistono altre che invece hanno come obiettivo l’ampliamento della comprensione di determinate dinamiche, il miglioramento di certi comportamenti o ancora lo sviluppo di talune competenze (soft skills); i serious game inoltre possono essere utilizzati anche in fase di verifica, per valutare le competenze acquisite e quindi l’efficacia del percorso formativo.

Quali sono i vantaggi?

I vantaggi dei serious game sono molteplici:

  • possono essere sviluppati in maniera molto flessibile e sono quindi estremamente adattabili al contesto all’interno del quale verranno utilizzati;
  • consentono un attivo coinvolgimento del fruitore che pertanto diventa protagonista dell’esperienza formativa;
  • permettono di veicolare contenuti che, attraverso la formazione classica, risulterebbero molto più difficoltosi (e noiosi) da apprendere;
  • stimolano la riflessione e l’interiorizzazione di cambiamenti che solo attraverso l’esperienza diretta possono trovare radicale modificazione;
  • forniscono la possibilità di ricreare un ambiente protetto nel quale il fruitore ha la possibilità di mettersi in gioco senza aver paura di sbagliare ma anzi può imparare dai propri errori per non commetterne nella vita reale.

Possiamo quindi affermare che i serious game sono uno strumento per educare, formare e informare in modo incisivo e dinamico nonché piacevole e stimolante.

In conclusione...

... le nuove tecnologie possono contribuire – e già in parte stanno contribuendo – allo sviluppo di metodi educativi e formativi nuovi, flessibili e divertenti, al giorno d’oggi indispensabili per fronteggiare un mercato e una domanda in costante cambiamento.

Have fun!

 


Postato da Flavia Damiani

Digital Marketing & Comunicazione
Nuovamacut Automazione Spa