ds Elite Club 2016 small
Blog Nuovamacut

Migliorare le performance di prodotto. Quali opportunità?


                                          image135.gif

Dura la vita del progettista.
Il suo lavoro sembra non avere mai fine, e costantemente viene tempestato da richieste di questo tenore:

  • "Vogliamo nuove versioni dei prodotti che già abbiamo"
  • "Vogliamo prodotti più leggeri, più piccoli, ma che siano allo stesso tempo più resistenti, più performanti"

Le richieste possono variare in base a settore ed esigenze di mercato, gli obiettivi rimangono sempre gli stessi:

  • Realizzare prodotti ottimizzati
  • Contenere costi e tempi di sviluppo

Quando parliamo di ottimizzazione e performance, prendiamo in considerazione due variabili:

  1. Quantità dei materiali utilizzati
  2. Miglioramento delle prestazioni

 

1. Quantità dei materiali utilizzati

 

Criticità e cause
Il materiale utilizzato ha un impatto notevole sui costi di produzione. 

Di norma il progettista tende a sovradimensionare l'utilizzo di materiale, per garantire maggiori prestazioni. Il principio è semplice: "Per una portata maggiore è necessario un braccio più grande".

Queste inefficienze sono diretta conseguenza del processo tradizionale di sviluppo di prodotto:

progetto CAD-> prototipo -> test

Soluzione tradizionale
In questo paradigma, per creare un prodotto "ridotto", diventa necessario:

  1. Rielaborare il modello CAD
  2. Creare un nuovo prototipo
  3. Eseguire nuovamente i test

Conseguenza
Il tentativo di risparmiare sui materiali si traduce in aumento di tempi e costi di sviluppo.

Risultato
Si evita di provare ad ottimizzare un prodotto, se soddisfa già le richieste.

 

2. Miglioramento delle prestazioni

 

Criticità e cause
Che si tratti di analisi strutturale o fluidodinamica, il progettista prova ad elaborare un modello con performance superiori, affidandosi spesso a complessi calcoli manuali.

Per la verifica, è comunque necessario creare un prototipo da testare fisicamente.

Soluzione tradizionale
Quando si raggiungono le performance richieste, dopo diversi tentativi e prototipi, il modello viene validato, anche se ulteriormente perfettibile: continuare richiederebbe troppo tempo e costi eccessivi (leggi l' articolo 2 principali criticità della prototipazione).

Conseguenza
La possibilità di ottimizzare ancora il modello, o di valutare possibili alternative, non
 viene più presa in considerazione.

Risultato
Si limitano le potenzialità del progettista e la capacità di innovare.

 

In sintesi

 

  1. Il mercato richiede costantemente di migliorare le performance e ottimizzare il prodotto: è una sfida obbligatoria per chi vuole restare competitivo.

  2. Per poter svolgere al meglio il loro lavoro, progettisti e ingegneri devono andare al del processo di sviluppo prodotto tradizionale.

  3. Una possibile soluzione è la Simulazione Virtuale, perché permette di verificare e creare nuove soluzioni già durante la fase di progettazione (leggi l'articolo come raggiungere il target di prodotto).

Schema di autovalutazione

 


Postato da Paolo Colombo

Customer Success Manager
Nuovamacut Automazione Spa