ds Elite Club 2016 small
Blog Nuovamacut

NuovamacutLive 2017: Industry 4.0 come motore del cambiamento


Nuovamacut Live 2017: la Fabbrica 4.0 come motore del cambiamento

Ogni anno al termine del Nuovamacut Live si ha la sensazione che sia stata la migliore edizione di sempre, ma quella di quest'anno è stata l'edizione dei record. Oltre 1400 partecipanti hanno preso parte alla convention sulla progettazione, la più grande in Italia. Si è parlato di Quarta Rivoluzione Industriale e dei suoi risvolti all’interno di concreti ambienti produttivi, delle novità SolidWorks, di realtà virtuale, automazione e tanto altro.

Per l'occasione, Nuovamacut ha scelto di far indossare occhialini 3D ai partecipanti e dare il via ai lavori con un racconto sulla storia delle rivoluzioni industriali fino ad arrivare all’ultima, la Quarta, di cui ormai si parla con insistenza e tema principale dell'evento. 

La tecnologia cambia velocemente e così anche i nostri modi di pensare al domani...

"Non è possibile restare al di fuori della quarta rivoluzione industriale. E quelle aziende che non ‘cavalcheranno’ l’onda dell’Industria 4.0 sono destinate a subire importanti ripercussioni sul business": è questo uno dei messaggi lanciati da Sauro Lamberti, Amministratore Delegato Nuovamacut, sul palco del Palazzo dei Congressi di Bologna. 

sauro lamberti.png

"Siamo giunti alla sesta edizione del nostro Live ma ogni volta è come se fosse la prima. Perché? La tecnologia cambia velocemente e così anche i nostri modi di pensare al domani. L’Industry 4.0 rappresenta un insieme di processi a cui già, in buona parte, diamo seguito ogni giorno. Il termine viene spesso proceduto da rivoluzione, perché dietro a esso vi è una profonda rottura con il passato. La conseguenza principale riguarda la creazione di un gap evidente di competitività e di sostenibilità della crescita, che distanzierà le aziende pronte a cavalcare l’onda da quelle decise a far passare il trend, come se tra un po’ tutto tornerà come prima. E invece no, la trasformazione in atto è concreta e tangibile, più di quanto si pensi, e cambierà totalmente le regole del gioco. Pensiamo alla stampa 3D: quanto risparmiano oggi le compagnie realizzando nei propri laboratori 5 mila prototipi in sole 24 ore? Quanto vantaggio competitivo ottengono nei confronti della concorrenza? Sono queste le domande che i manager dovrebbero porsi, riflettendo sull’indirizzo che vogliono seguire soprattutto in momenti di destabilizzazione, come quelli post crisi”

...la sfida è ottimizzare le risorse...

Ma il termine dell'Industria 4.0 non si lega solo al mondo produttivo: anche la vita quotidiana ne è coinvolta. Si pensi al consumo di risorse, con queste ultime destinate a ridursi sempre di più per colpa dell’aumento demografico e degli stili di vita poco eco friendly.


“La sfida”, afferma Davide Centomo, Direttore Tecnico Nuovamacut, “è riuscire a gestire le risorse in modo più efficiente e rendere il sistema in grado di rispondere alle richieste delle persone”. Da qui la necessità del “cambio radicale di prospettiva” che ha condotto alla “nuova rivoluzione industriale”.bassi nmlive.png 

E' poi il momento di Gian Paolo Bassi, CEO SolidWorks Dassault Systèmes, che invita a percorrere la strada dell’innovazione: “Perché viviamo in un mondo sempre più complesso, le barriere alla concorrenza si sono abbassate e per vincere la sfida è necessario anticipare la concorrenza e la domanda”. Inoltre per sostenere le aziende le strategie delle aziende devono mutare:" non si possono più offrire sistemi chiusi ma piattaforme che evolvono, si adattano e migliorano con l’utilizzo. Non a caso SolidWorks supporta la digital transformation a 360 gradi, a qualsiasi livello di management” conclude il suo intervento Bassi.

Il caso di successo: Fagioli e la Costa Concordia

A seguire, c'è stato il caso di successo della Fagioli Spa, azienda leader nei trasporti, ingegnerizzazione dei mezzi e spostamento di infrastrutture pesanti.

 

Nicola Parente, Deputy Engineering Director di Fagioli ha spiegato come la Fabbrica 4.0 abbia supportato le ultime attività del gruppo: “Ci siamo occupati, assieme al registro navale nazionale, del riposizionamento della Costa Risultati immagini per fagioli nuovamacut liveConcordia arginata nei pressi dell’Isola del Giglio. Dopo un anno e mezzo dall’incidente, siamo riusciti a raddrizzare l’asse della nave, così da renderlo maggiormente stabile e in grado di navigare fino al porto di Genova. Solo le innovazioni tecniche del tower-lift e dello strand-jack hanno permesso di dar seguito a un progetto simile di portata internazionale”.

Cosa ci aspetta nel futuro?

Big Data, intrecci tra virtuale e reale, visione aumentata, saranno i temi preponderanti nel medio e lungo periodo. L’idea è quella di accompagnare la nuova umanità verso orizzonti più definiti, basati certamente sull’hi-tech e capaci di rispondere a esigenze diverse e multisettoriali.

 


Postato da Flavia Damiani

Digital Marketing & Comunicazione
Nuovamacut Automazione Spa