ds Elite Club 2016 small
Blog Nuovamacut

In che modo la Realtà Virtuale cambierà il mondo dal 2016?


Il 2016 è l'anno della Realtà Virtuale. Ma questo cosa significa? Quali saranno le conseguenze per il nostro modo di vivere?

Con i pc in declino e gli smartphone verso la saturazione nei mercati avanzati, la realtà virtuale non ci sta mettendo molto a diventare il nuovo accattivante trend dell’universo tecnologico. 

In internet e sui media è impossibile non aver visto almeno una volta, anche di sfuggita, la foto di Mark Zuckerberg che attraversa una sala piena di gente durante la Facebook Developer Conference tenutasi ad Aprile.

Una sala piena di persone che erano fisicamente li, in quella stanza, ma contemporaneamente " stavano vivendo un’esperienza altrove……in un altro luogo".

Abituati a percepire queste novità come un “qualcosa” lontano dalla nostra realtà e quotidianità, spesso non ci rendiamo conto delle potenzialità di questi strumenti e, soprattutto, delle conseguenze che essi possono portare proprio alla nostra normale e tranquilla vita di tutti i giorni.

La Virtual Reality non è una solo una tecnologia inventata per puri scopi ludici, in cui il giocatore riesce a prendere il pieno controllo di uno spazio immaginario o in cui la “simulazione” di un’esperienza è fresca e reale, anche rimanendo comodamente seduti sulla propria poltrona di casa.

O almeno….questo è solo la punta dell’iceberg: la realtà virtuale è molto più che un nuovo strumento per vivere i media. Si tratta infatti di un nuovo mezzo a sé stante che possiede una quantità infinita di funzionalità che possono essere impiegate per migliorare molti, anzi, moltissimi campi esistenti.

Quali sono i principali settori di impiego della realtà virtuale?

  • Utilizzo nell'ambito della medicina 

In ambito medico la sperimentazione è all’ordine del giorno e qualsiasi tecnologia è utile per inventare nuovi strumenti, per migliorare le prestazioni degli interventi sui pazienti e per la scoperta di nuove cure specializzate.

 Hartree-Curve1-ProfJohnBancroft-ProjDir-Hartree-1024x681.jpg

La Realtà Virtuale, oltre a permettere uno studio più approfondito del corpo umano, è in grado di aiutare in modo massiccio i medici proprio nell’atto vero e proprio della pratica medico/chirurgica e come supporto per alleggerire il dolore fisico del paziente, o per chi è costretto a convivere tutta la vita con un dolore cronico.

Pochi giorni fa, infatti, a Londra un'operazione chirurgica è stata trasmessa in diretta streaming in modalità realtà virtuale.

  • Innovazione tecnologica

Dalla Realtà Virtuale arriva una spinta anche all'innovazione e in questo caso dal nostro "Bel Paese". I ricercatori del Centro "Piaggio" dell'Università di Pisa e dell'Istituto italiano di tecnologia hanno concepito un dispositivo che, indossato da chi naviga in una realtà virtuale, permette di sentire con il tatto gli oggetti non reali. Un prototipo premiato come migliore lavoro alla conferenza internazionale Haptics Symposium 2016 di Philadelphia.

  • Esplorare luoghi e perfezionare l'educazione

La tecnologia VR è coinvolgente e senza precedenti. Attraverso la potenzialità di questo strumento riusciremo a visitare lo spazio, esplorare città (anche la ricostruzione di città antiche ormai ridotte in rovina), oppure entrare in un corpo umano per capirne le funzionalità.

E’ quasi inutile sottolineare le conseguenze che questa funzionalità porterà a livello di cultura ed istruzione, e all’evoluzione delle applicazioni didattiche di qualsiasi ambito: dall’astronomia, alla chimica, alla biologia e molto altro.

  • Nuovo modo di intendere e vivere l'esperienza socialFacebook, le emoji sbarcano nella realtà virtuale

Il numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, considera la realtà virtuale uno dei tre pilastri dei prossimi dieci anni e i suoi visori Oculus Rift hanno da poco debuttato sul mercato quasi in contemporanea con i Vive di Htc e dopo i Gear Vr di Samsung.E se il Signor Facebook inizierà a fare uso di questa tecnologia, non possiamo non aspettarci una migrazione di massa anche di tutti gli altri social.

  • Creazione di storie immersive 

Film e videogiochi saranno gli ambiti più colpiti dall’influenza della Realtà Virtuale.
La VR ci permette di navigare in mondi completamente nuovi, alcuni assurdi e sorprendenti, e di interagire con essi vivendo esperienze interattive a 360 gradi.
Alcuni brevi film realizzati in Realtà Virtuale sono già stati presentati ai più recenti festival cinematografici, ma si tratta per lo più di sperimentazioni del nuovo mezzo a disposizione.

E accanto alla realtà virtuale (VR) sta facendo però capolino anche la realtà aumentata (AR), che quest'anno sta vendendo appena 400 mila dispositivi ma che secondo gli analisti entro quattro anni arriverà a ben 45,6 milioni di unità. Sul settore VR-AR scommettono anche i grossi player ludici e dell'intrattenimento e dell'industria del porno online.

  • Marketing e advertising

McDonald’s, l'Happy Meal si trasforma in un visore per la realtà virtuale

Di sicuro quello che a noi interessa maggiormente è il cambiamento che la Virtual Reality porterà nel campo della pubblicità e del Branding.
Già alcuni grandi nomi come Ikea, McDonald’s e Sony si stanno lasciando sedurre ed ammaliare dalla potenza di questa nuova tecnologia e, grazie ai mezzi a disposizione, hanno incominciato ad investire e spostare il proprio marketing in questa particolare direzione.

Che cosa accadrà?

Ancora non lo sappiamo, ma se questi grossi brand hanno fiutato qualcosa di buono nella VR non possiamo che fidarci di loro e tenerci preparati perché il futuro si sta delineando e sta prendendo forma all’interno questi confini.

Che dire?

Stay tuned!

 


Postato da Flavia Damiani

Digital Marketing & Comunicazione
Nuovamacut Automazione Spa